Ti trovi qui: Home » Google: da punto di partenza a pagina di destinazione?

Google: da punto di partenza a pagina di destinazione?

19/03/2008

Inserito in: Uncategorized

Uno degli spunti più interessanti della seconda giornata di SES a New York è quello emerso nel corso della tavola rotonda focalizzata sulla Universal Search di Google, alla quale hanno partecipato, tra gli altri, anche John Battelle (noto soprattutto per il suo libro The Search) e Jack Menzel, PM di Google Universal Search.
Con la Universal Search, Google è ancora un punto di partenza per la navigazione in Rete o punta a diventare una destinazione, considerando che molti contenuti sono ormai visibili in anteprima tra le pagine di risultati di ricerca?
La domanda ha una ovvia implicazione economica: se l’utente rimane sulle pagine di Google, sarà quest’ultimo a monetizzare eventuali click sulle soluzioni di advertising, privando il produttore del contenuto sia di visite che di possibili entrate pubblicitarie.
Battelle ha sottolineato come ormai Google sia di fatto un portale, per tutte le properties che ha acquisito, per le già citate caratteristiche di Universal Search e per i progetti che ha in ballo (Google Knoll, lo “anti Wikipedia”, in particolare).
Considerazione condivisa anche da buona parte della platea in sala.
La risposta di Menzel a proposito è stata di quelle che lasciano il tempo che trovano: “we are trying to get people to the destination as fast as possible”… e cosa c’è di più veloce che non farli proprio uscire da Google?
Tra l’altro, la recente prima sentenza a favore di Google nella causa intentata da Viacom per la violazione del copyright mette la media company di Mountain View in una botte di ferro e preoccupa non poco il mondo dell’editoria.

Leave a Comment

*

Previous post:

Next post: