Ti trovi qui: Home » SEM » Le 20 categorie di parole chiave in inglese più costose su Adwords

Le 20 categorie di parole chiave in inglese più costose su Adwords

19/07/2011

Inserito in: SEM,Statistiche

Agli albori del search advertising pay per click, a cavallo tra il vecchio e il nuovo secolo, motori come Overture (oggi Yahoo Search Marketing) mostravano agli utenti il costo che gli inserzionisti erano disposti a pagare per ogni click di un utente.
Questa trasparenza consentiva non solo agli utenti di soddisfare la propria curiosità su quanto pagasse un’azienda per ogni visitatore, ma anche alle aziende inserzioniste di poter fare azioni di intelligence e alle agenzie di search marketing più sofisticate di poter impostare strategie basate tanto sul ROI del proprio cliente quanto sul far spendere quanto più possibile i concorrenti sovrastanti, non attraverso click fasulli ma sfruttando le regole del sistema e alcune impostazioni superficiali di molte campagne (un esempio concreto: se il competitor dietro di me impostava come costo click massimo 10 cent e quello davanti a me un costo click di 10 euro -tipico di chi voleva assicurarsi la prima posizione a tutti i costi-, con la regola del “paghi solo un cent più del tuo concorrente che ti segue”, se io impostavo la mia campagna con un cpc di 9,99 cent, io pagavo effettivamente ogni click 11 cent -1 cent più di chi mi seguiva-, mentre quello davanti a me 10 euro pieni pieni; all’epoca le “bid war” erano guerre nel vero senso della parola).
Poi arrivò Google con Adwords, sistema da sempre caratterizzato da scarsa trasparenza, e pian piano anche gli altri network non resero più pubblici i cpc reali degli inserzionisti.
Da allora, per soddisfare la curiosità sui budget e sui cpc dei propri concorrenti, aziende inserzioniste e agenzie hanno dovuto far ricorso a strumenti di terze parti basati su scenari e ipotesi (come, ad esempio, Adgooroo), al “gossip” di persone interne ai team commerciali di Google o agli osservatori delle principali piattaforme di bid management (ad es. Efficient Frontier) che, gestendo ogni mese decine (se non centinaia) di milioni di Us$ per grandi clienti, sono in grado di acquisire dati sui trend di crescita sia dei cpc medi dei diversi vertical che dei budget medi investiti.
E, ogni tanto, questi osservatori pubblicano qualche dato curioso.
L’ultimo in ordine di tempo arriva da Wordstream, piattaforma di search campaign management che, attraverso l’analisi per un periodo di 90 giorni del proprio database di parole chiave gestite, interfacciato con gli strumenti messi a disposizione da Google per le campagne Adwords, ha stilato le categorie di parole chiave in lingua inglese dove i costi click sono mediamente più elevati (o, per dirla come Wordstream, “dove Google fa più soldi”).
A farla da padrone sono i prodotti assicurativi e finanziari, che monopolizzano il podio:
– in testa le parole chiave legate alle assicurazioni, auto in primis, con il CPC più alto di 54,91Us$;
– argento per le parole chiave legate a finanziamenti e prestiti, con il CPC più alto registrato da Wordstream pari a 44,28 Us$;
– bronzo per le parole chiave legate ai mutui, col CPC più alto di 47,12 Us$.
Si tratta di settori dove, in USA e UK, sono molto attivi i broker, dove i volumi di mercato sono significativi e si lotta col coltello tra i denti per acquisire nuovi clienti. La capacità di convertire i visitatori in clienti è fondamentale per questi player, per poter sostenere costi di acquisizione traffico così elevati.
A titolo di curiosità, quando nel 2001 scrissi il libro “le nuove vie del marketing digitale”, la parola chiave più costosa su Overture era “Mesothelioma”, una grave forma di cancro causata dall’esposizione all’amianto, acquistata dagli studi legali per invitare gli ammalati e i loro familiari a promuovere cause legali ad es. contro i datori di lavoro che non ne avevano tutelato la salute. Il costo click era di 100 Us$, e non era più alto semplicemente perchè quello era il CPC massimo consentito dalla piattaforma…

Le 20 categorie di parole chiave in inglese più costose su Adwords

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Previous post:

Next post: